Concessioni in spiaggia. Bolkestein uber alles!

Rimini – Quando leggiamo che i bagnini sono in preda al panico per le concessioni al massimo di 4 anni, come previsto dalle prime indiscrezioni, sorridiamo. Non solo perchè conosciamo le dichiarazioni dei redditi di alcuni di essi, ma anche perchè in questi decenni la categoria è stata tra le più protette a livello comunale e provinciale. Si susseguono ora le dichiarazioni di maggioranza e opposizione, tutte all’unisono a dichiarare che il settore non potrà investire. Ma in cosa, scusate? In ombrelloni nuovi? In qualche giocattolo di plastica Made in China? Quali sarebbero i grossi investimenti? Sono pochissime le realtà che hanno saputo innovare, chi con il fotovoltaico sulle cabine, chi con pensiline in legno anzichè i soliti blocchi di cemento. Noi ci auguriamo che la Bolkestein venga interamente applicata, ma il problema sono proprio i bandi e chi li dovrà gestire. Se saranno affidati agli enti provinciali o comunali, sarà solo un fioccare di accordi alla faccia delle vere liberalizzazioni che in Europa ci chiedono.

Redazione Rimini Reporter

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...