Museo…ci proviamo!

Rimini – Lunedì mattina 27 giugno si svolgerà regolarmente la prova orale per il concorso indetto dall’assessorato alla cultura per il servizio guide in seno al Museo di Rimini. Pare risolto il problema al software che permette la lettura on line della propria posizione e accesso alla prova orale. Meglio così! In bocca al lupo.

Redazione Rimini Reporter

5 thoughts on “Museo…ci proviamo!

  1. MI fa piacere che vi occupiate dell’argomento Museo anche se le vostre notizie non sono molto corrette.
    Il concorso in questione non era per le guide ma per gli operatori didattici, per quelle figure che fanno lezioni didattiche alle scuole.

    Vorrei porre alla vostra attenzione una, a mio avviso, irregolarità grande come un palazzo. Una cooperativa di Perugia che vince l’appalto per fornire il servizio di guida e poi… afferma di non essere ancora pronta e le visite guidate del sabato e domenica vengono cancellate.
    Quindi chi viene pagato per un servizio di guida non svolge il servizio. Non è un assurdo? eppure succede così.
    Il Comune paga per…cosa?
    Ma chi le fa le visite guidate allora? Gli operatori didattici; cioè coloro che dovrebbero fare lezioni alle scuole e che al momento sono gli unici in grado di fornire tale servizio; lo fanno alle tariffe della didattica, cioè al doppio del costo orario delle guide (che non fanno le guide).
    Come mai il direttore copre una situazione del genere?
    E’ come se si facesse una gara per autisti di autobus e i vincitori dicessero che devono aspettare qualche mese per imparare a guidare.

    L’appalto dovrebbe essere annullato per inadempienza eppure in Comune si fa finta di niente.

    Provate un po’ a verificare.

    • Caro Gto, in modo molto generico abbiamo scritto “guide”, volutamente. Perchè?
      La maggior parte dei candidati/e è anche guida e potete verificarlo attraverso gli albi pubblicati on line.
      Detto questo, sì, il bando era rivolto ad operatori didattici e Sistema Museo ha vinto attraverso una gara al ribasso.
      Potremmo scendere anche sull’ordine di costo all’ora.
      A suo tempo abbiamo anche segnalato, attraverso colleghi nei quotidiani, la poca trasparenza, in primis con la ditta di Napoli che millantava di aver vinto il bando,
      ma ahimè, trovare quotidiani locali capaci di segnalare dei sospetti sulla gestione attuale del museo è cosa difficile.
      Un blog come il nostro (prossimamente sito ad hoc) fa quel che può, ma se si pubblica online, difficile arrivi sulla carta stampata
      (lo diciamo per esperienza avendo lavorato molti di noi in 2 dei 3 quotidiani locali).
      In più, grazie alla nuova giunta, è sceso un velo sull’attività museale, Biordi si è dimostrato disponibile ma molto evasivo e le guide non parlano.
      O meglio, da alcune sappiamo di tutto e di più e dalle verifiche fatte ve ne sarebbe da riempire i giornali per una settimana intera.
      Continueremo a verificare.
      Grazie

      • La situazione che segnalate non è affatto chiara, occorre capire cosa sta succedendo e perché un direttore copre una situazione inadempiente! non credo sia normale che non venga svolto un servizio aggiudicato tramite appalto. Intervistate il direttore, la cooperativa, le guide incapaci, pubblicate tutto sui quotidiani…questa vergogna deve venire fuori e tutti lo dovrebbero sapere! Se è vero che avete materiale per riempire i giornali per una settimana, fatelo! non aspettiamo altro…questa città è diventata un assurdo!

      • Gentile lettore/lettrice,
        è quello che abbiamo fatto già in passato con il Corriere Romagna sulla ditta campana che millantava di essere vincitrice del bando.
        Il nostro blog conta 100 visite giornaliere e non è sufficiente a far scoppiare una situazione penosa.
        Come risposto ad un precedente lettore/lettrice ci siamo già attivati.
        Ora dipende dai quotidiani locali e dai rispettivi capo redattori verificare le nostre/vostre segnalazioni.

        Cordialità

  2. Vorrei che tutti (almeno i 100 che leggono questo blog) sapessero che, a mio parere, la responsabilità di questa situazione è dovuta interamente al precedente assessore alla cultura. Figura, a mio avviso, molto arrogante e, sempre mia opinione, incompetente. Ha riempito il Museo di personaggi (ad essere magnanimi) incompetenti e totalmente estranei all’ambiente. Il 90% di loro non era mai entrato in un museo. Con una salute (con tutto il rispetto) abbastanza cagionevole visti i mostruosi tassi di assenteismo dal lavoro.
    20 anni di crescita buttati via (speriamo solo messi da parte) in pochi mesi.
    Il nuovo assessore è persona competente ed amabile. Speriamo che metta le mani in quel disastro provocato da una figura politica che sarebbe stato meglio se fosse rimasta solo all’assessorato di cui era titolare.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...