…che Prugnolo!

 Miratoio (Pennabilli) – A volte mi chiedo il senso di certe manifestazioni. Tutto deve rimanere  così o può migliorare? Parliamo di un ristretto numero di case, siamo a Miratoio, frazione del  comune di Pennabilli, entroterra riminese (Valmarecchia). Ecco quindi la più classica delle sagre,  dedicata al fungo “prugnolo”. Immaginando un piatto fumante di tagliatelle, olio extra vergine e  sugo di prugnoli…beh, che faccio ancora a Rimini? E così siam partiti, complice una giornata  stupenda. Le strade sono di montagna, forse siamo rimasti all’epoca napoleonica (per dimensione dei tracciati stradali) e il parcheggio è lungo la direttrice che porta dentro il paesino. Notiamo tra i frassini una dozzina di cavalli e relativi fantini nostrani, un grosso tendone dove sedersi, uno striscione “stands gastronomici” e un fiorino bianco che mette in vendita i prodotti del sottobosco. L’età media dei fruitori è altina, le pantere grigie dell’interno sono in netta maggioranza ma anche i giovani si fan notare. Pare una sciocchezza, ma questi momenti estivi fungono anche da importante luogo di aggregazione sociale. Da tutte le frazioni infatti le azdòre e gli uomini dei campi vengono per incontrare chi la Tina, chi il Bertino della situazione.

Si potrebbe fare di più? Sì, e senza sforzarsi troppo. Come? Indubbiamente trasformando questi eventi, o sagre che siano, in momenti che possano apparire qualcosa di più, anche in chiave turistico-promozionale valliva per il tedesco, olandese o francese di turno. Va bene le rievocazioni storiche, duelli medievali, arcieri, ma ci vuole di più. Bisogna creare la giusta cornice, divulgare queste iniziative sempre meglio. Ma è già qualcosa, è vero, ed un sito web sagradelprugnolo.org ci fa ben sperare! Qualcuno potrebbe obiettare, come è già capitato di sentire girovangando, “ma stiano dove sono“. Una sorta di “leghismo” tutto montanaro, senza sapere neppure chi sia Bossi o il Pini de no artri! Eppure la Valmarecchia necessita di più, necessita che gli operatori turistici della valle prendano maggiore consapevolezza che si può creare rete parlandosi e confrontandosi. Diamo più innovazione a questi momenti vallivi, diamo più “internazionalizzazione” a questi eventi. I tempi son maturi.

Mt per Rimini Reporter

One thought on “…che Prugnolo!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...