Rimini – Tanti candidati a Sindaco, troppe liste.

Rimini – Il momento è veramente caldo. Sono ben 12 i candidati a Sindaco per la città di Rimini, oltre una ventina le liste, oltre 700 i candidati a consigliere comunale. Un cosa è certa: Rimini fa gola quest’anno, poichè per la prima volta la sinistra rischia veramente tanto.
Il suo candidato per eccellenza è Andrea Gnassi, il Golden Boy del PD riminese. L’avversario del centro destra è Gioenzo Renzi (ex AN), designato a candidato dopo una querelle infinita creata ad arte da Lombardi & Co. Almeno è la nostra impressione.

A Rimini, come i più attenti sanno, il duo polio Sinistra Destra ha convissuto allegramente per decenni. Oggi il rischio è che qualcuno cerchi di rompere il giochino. Difatti non avrebbero senso così tante liste. Eccetto molte compagini “civetta” in appoggio diretto o indiretto a Gnassi o Renzi, è molto probabile che quest’anno si vada al ballottaggio. Ma quale lista sarà veramente l’ago della bilancia? Il MoVimento 5 Stelle? la Lista di Barone (FLI)? Moretti?

Qual è la reale incognita? Il silenzio assenso di oltre il 30% di elettori che non va più  a votare? E se lo facessero? Chi voterebbero?

Troppi sono i temi sviluppati, pochi quelli reali che posson far presa sulla popolazione riminese. Nuova A14, nuova Statale 16, inquinamento da polveri sottili (PM10), più verde pubblico, meno residenziale, pedonalizzazione della zona Ponte di Tiberio, la palata, il nuovo centro congressi, la situazione del Museo di Rimini, Romeo Neri, Wi-fi gratuito, la sopravvivenza della marineria riminese, TRC, i quartieri abbandonati, la scadenza delle concessioni ai bagnini, insomma…chi più ne ha più ne metta. Ma i candidati hanno una risposta a tutto ciò?

Mt per Rimini Reporter

Annunci

2 thoughts on “Rimini – Tanti candidati a Sindaco, troppe liste.

  1. Adesso abbiamo capito quale sia la nuova professione per combattere il silente problema del riminese della disoccupazione: Un posto in consiglio comunale. Che poi ci sia una parte della popolazione costretta ai limiti della sopravvivenza a chi potrà interessare?
    Ho il voltastomaco per tutti i candidati; nessuno si sta dimostrando attento ai bisogni reali della cittadinanza. Non andrò a votare o quantomeno cercherò di annullare il mio voto; questo è il mezzo (che per altro potrebbe non interessare a nessuno) con cui personalmente ho intenzione di punire tutta questa “armata brancaleone”.

    • Gent.mo, è un suo diritto non andare a votare.
      Le vogliamo solo ricordare una cosa: e se questa volta venisse eletto un candidato o candidata che realmente farà?
      Tutti i freelance che collaborano a questo semplice blog se lo chiedono.
      Una cosa è certa: andremo a votare. Se un domani ci togliessero anche questo semplice diritto?
      Cordialmente, la Redazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...